Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri e di terze parti) per ottimizzare la tua esperienza online e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le tue preferenze acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui>

Anche per il lancio del nuovo smartphone Mate S, Huawei punta sull’ironia degli YouTubers che fa impazzire la rete. La trama dell’ultimo episodio verrà suggerita direttamente dagli utenti sulla pagina di The Jackal.

2015-10-27

hot press

Milano, 27 ottobre 2015 – E’ online (https://www.youtube.com/watch?v=6b1685hwo5k) il primo


hot press

dei tre video realizzati con il nuovo smartphone Huawei Mate S insieme a The Jackal, youtuber e film maker specializzati nella realizzazione, ideazione e distribuzione di video e campagne sul web.


hot press

Nei video il protagonista Ciro Priello, con lo stile ironico che caratterizza da sempre gli sketch di The Jackal e affiancato dall’attrice Rosalia Porcaro, rappresenta alcune situazioni topiche del rapporto tra madre e figlio secondo la formula “com’è nella realtà - come lo vede mia madre”, introducendo come terzo protagonista Huawei Mate S che, con le sue caratteristiche più innovative, è parte integrante delle gag: dalla tecnologia Fingerprint 2.0, per scattare selfie con una sola mano semplicemente appoggiando l’indice sul sensore posto sul retro del telefono, alla tecnologia Knuckle Control 2.0 che permette di ritagliare porzioni di schermo nella forma desiderata, accedere rapidamente alle proprie applicazioni preferite o attivare una registrazione video con le nocche delle dita.


hot press

Dopo il successo del video dedicato alla promozione di Huawei P8, la collaborazione dell’azienda con The Jackal continua e va ad arricchire la campagna di lancio dedicata al nuovo prodotto flagship di Huawei, Mate S, attraverso un mix di canali online e offline.


hot press

Della serie di tre video, l’ultimo sarà realizzato con il contributo degli utenti, ai quali verrà chiesto di raccontare sulla pagina dei The Jackal i maggiori tormentoni che caratterizzano il loro rapporto con la madre. Basterà quindi sintonizzarsi sui canali YouTube, Facebook, Twitter e Google+ di The Jackal e sulle piattaforme social di Huawei per seguire i prossimi esilaranti episodi.